Occhi dei piccoli, attenzione dei grandi!  

Da un recente studio dell’Ipsos Health è emerso che solo il 17% dei genitori intervistati rivela di proteggere gli occhi dei propri bambini con occhiali da sole specifici, questi genitori dimenticano di quanto male i raggi UV possano fare anche agli occhi.
I bambini ed i ragazzi sono molto più sensibili degli adulti agli effetti dannosi delle radiazioni solari perché, fino a 12 anni, le strutture oculari non sono ancora completamente formate e possono essere seriamente danneggiate con effetti che si ripercuoteranno nella loro vita di adulti.
I motivi per i quali i bambini sono maggiormente esposti ai raggi solari sono:

  • Il cristallino dell’occhio del bambino, fino a 12 anni, permette un assorbimento 6 volte superiore dei raggi UV rispetto ad un occhio adulto
  • Se la protezione della pelle nei primi 10 anni di vita può ridurre fino al 50% dei tumori… figuriamoci cosa può significare la protezione degli occhi
  • L’80% dei raggi UV di un’intera vita ci raggiunge nei primi 18 anni di età.
    Ricordiamoci quindi che non è mai troppo presto per prenderci cura degli occhi dei nostri figli! Ogni fascia di età è caratterizzata da un diverso stadio di maturazione della capacità visiva.
    Nell’odierna creazione e progettazione delle tipologie di lenti si studiano tre gruppi diversi:baby, kidse junior.
    Occhiali così assicurano massimo confort, massima sicurezza e massima protezione ad ogni età.
    Quando si sceglie l’occhialino da sole, questo deve avere 3 caratteristiche fondamentali:
  • Lenti leggere ed infrangibili, di materiale plastico.
    I colori consigliati sono il grigio, il marrore e il grigio verde che garantiscono una protezione ottimale.
  • La montatura deve essere robusta, confortevole e ben centrata rispetto agli occhi.
  • È fondamentale che vi sia il marchio CE.